La manovella del fermano
La manovella del fermano "La Manovella" del Fermano - Motorismo d'epoca
Articolo sezione "Informazioni"


BOLLO AUTO STORICHE

Art. 63 della legge 342/2000:

(IN BLU LE PARTI SOPPRESSE dal comma 666 dell’ art. 1 della legge di stabilità statale n. 190 del 23/12/2014)


1. Sono esentati dal pagamento delle tasse automobilistiche i veicoli ed i motoveicoli, esclusi quelli adibiti ad uso professionale, a decorrere dall’anno in cui si compie il trentesimo anno dalla loro costruzione. Salvo prova contraria, i veicoli di cui al primo periodo si considerano costruiti nell’anno di prima immatricolazione in Italia o in altro Stato. A tal fine viene predisposto, per gli autoveicoli dall’Automobilclub Storico Italiano (ASI), per i motoveicoli anche dalla Federazione Motociclistica Italiana (FMI), un apposito elenco indicante i periodi di produzione dei veicoli.


2. L’esenzione di cui al comma 1 è altresì estesa agli autoveicoli e motoveicoli di particolare interesse storico e collezionistico per i quali il termine è ridotto a venti anni. Si considerano veicoli di particolare interesse storico e collezionistico:
a) i veicoli costruiti specificamente per le competizioni;
b) i veicoli costruiti a scopo di ricerca tecnica o estetica, anche in vista di partecipazione ad esposizioni o mostre;
c) i veicoli i quali, pur non appartenendo alle categorie di cui alle lettere a) e b), rivestano un particolare interesse storico o collezionistico in ragione del loro rilievo industriale, sportivo, estetico o di costume.


3. I veicoli indicati al comma 2 sono individuati, con propria determinazione, dall’ASI e, per i motoveicoli, anche dalla FMI. Tale determinazione è aggiornata annualmente.


4. “I veicoli di cui ai commi 1 e 2 sono assoggettati, in caso di utilizzazione sulla pubblica strada, ad una tassa di circolazione forfettaria annua di € 27,88 per gli autoveicoli e di € 11,15 per i motoveicoli…”


Alla luce di queste modifiche SONO DUNQUE ESENTI I SOLI VEICOLI ULTRATRENTENNALI.


Per i veicoli storici quindi la tassa di possesso si trasforma in TASSA DI CIRCOLAZIONE che deve essere pagata prima della messa in circolazione del mezzo su strada, e SCADRA’ SEMPRE il 31 dicembre dell’anno in corso.
Pertanto se procederete al pagamento della tassa a gennaio o a giugno o in qualunque altro mese dell’anno, essa avrà sempre la scadenza al 31 dicembre dell’anno in corso. La tassa di circolazione per le auto è di € 27,88 per le moto € 11,15. Il pagamento può avvenire in posta utilizzando bollettini per il pagamento delle tasse automobilistiche.

 



L’A.S.I provvederà a comunicare il prima possibile alla regione di appartenenza l’avvenuta iscrizione del vostro veicolo ma per anticipare i tempi potresti provvedere autonomamente inviando via FAX al numero 071 – 8062801 oppure via POSTA all’indirizzo – UFFICIO BOLLI AUTO via Gentile da Fabriano, 9 60125 ANCONA (AN)

 

  • copia dell’attestato di storicità
  • copia libretto di circolazione
  • lettera accompagnatoria nella quale si vuole rendere noto alla regione che il proprio veicolo è diventato di “interesse storico e collezionisti” e quindi avente diritto alla trasformazione della tassa di possesso in tassa di circolazione. 



HAI RICEVUTO UN ACCERTAMENTO DALLA REGIONE MARCHE PER IL BOLLO DOPO AVER ISCRITTO IL TUO VEICOLO?


COSA FARE:

Hai ricevuto un avviso di accertamento come questo (per l'esempio clicca qui)? COMPILA il MODELLO di RICHIESTA ANNULLAMENTO scaricabile dal sito della Regione Marche (clicca qui), mettendo una X all'interno della sezione 8 su “IL VEICOLO E' DI INTERESSE STORICO....” 

ALLEGA:

- copia dell’ATTESTATO DI STORICITA’ rilasciatoti dall’ASI 
- Copia della CARTA DI CIRCOLAZIONE
- Copia del tuo DOCUMENTO D’IDENTITA’
- e nel caso nell’anno indicato tu abbia circolato con il tuo veicolo e abbia pagato la relativa tassa di circolazione potresti, ma non è obbligatorio, allegare anche copia della ricevuta di pagamento


SPEDISCI:

tutto tramite spedizione postale a "Regione Marche - Servizio Risorse Finanziarie e Politiche comunitarie -  c/o CMP Ancona - ufficio grandi clienti (clicca qui per le note informative dell'accertamento)